Italienische Sprache und Literatur

Vorlesung Literaturwissenschaft

Dienstag, 04.12.2018

Nell’ambito delle scritture con intenti letterari, i modi nei quali l’autobiografismo si è declinato sono molteplici. Si pensi, per limitarci a esempi novecenteschi, alle forme che la narrazione di impianto autobiografico ha assunto in libri come "Il mio Carso" di Scipio Slataper, "Giorni di guerra" o "Amori d’oriente" di Giovanni Comisso, "La pelle" di Curzio Malaparte, "Il sergente nella neve" di Mario Rigoni Stern, "Lessico famigliare" di Natalia Ginzburg, "La penombra che abbiamo attraversato" di Lalla Romano, "Il sistema periodico" di Primo Levi, "La strada di San Giovanni" di Italo Calvino. Uno degli aspetti su cui ci si interrogherà, analizzando una serie di testi, a cominciare dai “romanzi” autobiografici di Luigi Meneghello ("Libera nos a malo", "I piccoli maestri", "Pomo pero", "Fiori italiani", "Bau-sète!", "Il dispatrio"), è il rapporto tra l’esperienza e la scrittura. Si cercherà in particolare di verificare come la prima agisca sulla seconda, ma anche in quali modi la scrittura letteraria riesca a preservare “almeno qualcosa del senso delle nostre esperienze” (L. Meneghello, "Jura. Ricerche sulla natura delle forme scritte", Milano, Garzanti, 1987). Impegno richiesto agli studenti: 3-4 ore di lavoro settimanali.

Veranstaltungsart:Vorlesung/Seminar
Dozierende(r): PD Dr. Pietro Giuseppe Lorenzo de Marchi
04.12.2018:10:15 - 12:00
Ort: Unitobler
Lerchenweg 32-36
3012 Bern
F-106, Seminarraum

Sie können diese Veranstaltung in ihrer persönlichen Agenda speichern. In Ihrer persönlichen Veranstaltungsübersicht finden Sie alle relevanten Detailinformationen zu Ihren gespeicherten Veranstaltungen zum Ausdrucken.